DETTAGLIO

Dagli archivi lo spunto per discutere il presente e il futuro

Giovedì, 01 Luglio 2010

Pollegio, Vicosoprano, Bellinzona: sono le località che hanno ospitato le prime tre serate del 2010 promosse dalla CORSI in collaborazione con le Teche RSI, occasioni di incontro e di discussione tra i soci della cooperativa radiotelevisiva e più in generale il pubblico della Svizzera italiana da una parte, rappresentanti istituzionali della CORSI e dirigenti della RSI dall'altra.

La formula scelta per questi incontri si è rivelata vieppiù vincente: due personaggi del mondo della politica, della cultura, della musica, dello sport legati alla regione che ospita la manifestazione attingono dal copioso materiale documentaristico degli archivi della RSI alcuni filmati e documenti sonori da loro giudicati particolarmente significativi per il contesto in cui vivono. Questi materiali sono poi lo spunto per una discussione a ruota libera, incentrata sul mandato e sul ruolo del servizio pubblico radiotelevisivo, e su quello della società regionale CORSI, che coinvolge anche i dirigenti della RSI.

Sotto la “regia” di Theo Mäusli, responsabile valorizzazione Teche RSI, il ciclo di incontri intitolato Dagli archivi lo spunto per discutere il presente e il futuro ha preso avvio il 29 aprile a Pollegio con la partecipazione del consigliere di Stato ticinese Gabriele Gendotti, che ha proposto documenti audiovisivi incentrati sulla sua esperienza politica e sul suo intimo rapporto con la montagna, del responsabile sport Andreas Wyden, il quale si è soffermato sul mondo hockeystico e il particolare sulla parabola ascendente del capitano dell'HCAP Paolo Duca, del presidente della CORSI Claudio Generali e del direttore della RSI Dino Balestra.

Per il secondo appuntamento la CORSI si è spostata nel Grigioni italiano, più precisamente in Bregaglia: il 19 maggio a Vicosoprano, infatti, un caloroso pubblico si è intrattenuto con il consigliere di Stato grigionese Claudio Lardi, che oltre a soffermarsi su alcuni ricordi della sua carriera politica ha ricordato il terremoto che ha interessato la regione nei primi anni '80, e la sindaca del comune di Bragaglia Anna Giacometti con una particolare evocazione di una figura bregagliotta di spicco: lo scultore Alberto Giacometti. Presenti per l'occasione anche Fabrizio Keller, membro del Comitato del Consiglio regionale della CORSI, e Edy Salmina, responsabile informazione RSI per rispondere alle domande del pubblico.

In pieni Mondiali di calcio Bellinzona ha ospitato poi il terzo incontro del 2010: il 24 giugno a Castelgrande il consigliere di Stato ticinese Luigi Pedrazzini ha commentato alcune vicende di politica cantonale che lo hanno visto protagonista, mentre la storica Chiara Orelli Vassere ha scelto e illustrato documenti archivistici legati soprattutto al mondo della cultura e ai rapporti tra cultura e la RSI. Alla serata hanno preso parte inoltre il presidente della CORSI Claudio Generali, il direttore della RSI Dino Balestra e il responsabile aggiunto all’informazione RSI Eugenio Jelmini.

Apprezzato dal pubblico anche il momento conviviale che conclude gli incontri, un'ulteriore occasione per un diretto e informale scambio di opinione con gli ospiti, i rappresentanti della CORSI e i dirigenti della RSI. 

Dopo la pausa estiva, il ciclo di incontri proseguirà il 9 settembre a Locarno alla presenza del vescovo di Lugano mons. Piergiacomo Grampa e dell'editore Giò Rezzonico; il 27 ottobre a Mendrisio, con la direttrice dell'Ente turistico del Mendrisiotto e Basso Ceresio Nadia Lupi e il direttore del Centro di dialettologia e di etnografia Franco Lurà; e il 2 dicembre a Lugano, con la direttrice artistica dell'Orchestra della Svizzera italiana Denise Fedeli e il presidente dell'USI Piero Martinoli.